Street Food Fest a Catania: in fila per due

Street Food Fest a Catania: in fila per due

Allo Street Food Fest eventi di approfondimento culturale con storie, racconti della tradizione, dimostrazioni di cucina (cooking show), con ingresso gratuito su prenotazione, e anche un po’ di musica. Tutto sommato una bella iniziativa, da migliorare con qualche accorgimento, ma da ripetere sicuramente.

Noto in fiore

Noto in fiore

Noto è l’esempio di come si dovrebbe “fare comune” , di come si potrebbe vivere di turismo. Perchè il turista viene in occasione dell’infiorata ma nel frattempo visita le splendide chiese e musei, si ferma nelle trattorie, ristoranti, bar e pubs, acquista prodotti nei vari mercatini artigianali, gode di uno splendido sole e spiagge protette, alloggia, insomma si ferma.

A quel paese

A quel paese

Così disse Ettore Petrolini che morì nel lontano 1936. E noi ancora qui, ad essere tassati e tartassati, quando dovremmo mandare letteralmente a quel paese la giunta comunale di qualsiasi città che ignora i suoi cittadini se questi manifestano per un bisogno reale e importante. La casa per esempio. Immaginatevi senza.

La mafia che non uccide

La mafia che non uccide

Poliziotti, politici, magistrati, lavoratori, cittadini comuni, genitori senza lavoro, ragazzi senza futuro. Siamo paranze, come ha definito Saviano gli adolescenti armati che non temono nè il carcere, né la morte.

Perchè vi rompiamo i cabasisi

Perchè vi rompiamo i cabasisi

Non abbiamo da sempre avuto diritto allo studio, al lavoro, al voto, all’amore, al divorzio, all’aborto e alla contraccezione. Niente è piovuto dal cielo, nè ci siamo nate con certi diritti, ma ciò che abbiamo ci è stato donato da chi lottava, ricordava, festeggiava, rompeva i cabasisi.