Incamminandosi verso la pescheria di Catania,  dapprima è l’ingresso da P.zza Duomo, dove facilmente ci si imbatte nel familiare quadretto degli anziani in attesa, poi il rumore dell’acqua, elemento fondamentale, un continuo fluire che ti richiama automaticamente verso il mercato storico. Ti addentri ma poi ti fermi per un attimo. A questo punto o scendi o cerchi un posto per affacciarti dalla ringhiera e fermi il tempo. Il non avere fretta la mattina alla Pescheria di Catania, significa godere di uno spettacolo unico, folkloristico se ne si vuole gioire, triste se si vuole andare oltre. Ad affacciarsi dalla ringhiera non sono principalmente i turisti, come si potrebbe facilmente pensare, ma sopratutto i catanesi, che dopo una riflessiva e attenta osservazione, scendono e vanno dritti all’acquisto.


Walking to the fish market of Catania before is the entrance from P.zza Duomo, where one can easily see the familiar picture of ancient people waiting, then the sound of water, main element, a continuous flow that automatically calls you back to the historical market. You delve but then you stop. At this point, or you go down or you look for a place to lean out and observe. Not to be in a hurry at the fish market means to enjoy an unique show, folkloric if you want to rejoice, a bit sad if you want to go further. To lean out at the railing are not only tourists, as one can easily think, but mostly the people of Catania, that after a thoughtful and careful observation, descend and go straight to the purchase.

<
>